mercoledì 22 luglio 2015

PIZZA INTEGRALE CON TONNO, OLIVE, CAPPERI E SCAGLIE DI ASIAGO DOP

Pizza! Pizza! Pizza!
 
 
Ho trovato una combinazione di ingredienti per un impasto semi-integrale che si può lavorare e lievita anche!!!
Devo ammettere che accendere il forno è stata un'impresa davvero dura ma per la pizza si può fare questo ed altro!
Questa è piaciuta molto anche al mio compagno che celiaco non è, ed è pure un po' salutista, quindi non si fa facilmente tentare da pizze e focacce.
Ci siamo poi stappati una biretta senza glutine, Tennent's Lager che consiglio vivamente a tutti i maggiorenni (ed una sola!) e via con la "serata pizza".
 
INGREDIENTI (per 1 pizza bella sostanziosa)
 
75g di farina MIX B Schar
75g di farina Brot Mix Schar
150g di acqua
5 grammi di lievito secco (quello che trovate nella scatola del MIX B)
5g di zucchero (equivalente ad una bustina o un cucchiaino)
5g di sale
Olio EVO
 
200g di passata di pomodoro
100g di tonno
capperi qb
olive qb
scaglie di asiago DOP
basilico fresco
 
PROCEDIMENTO
 
Sciogliere il lievito nell'acqua con lo zucchero e far riposare per qualche minuto.
Mischiare le due farine in un recipiente ampio rinfrescandole un po' con le mani.
Aggiungere l'acqua con il lievito poco alla volta e impastare.
Infarinare una spianatoia e continuare a lavorare per qualche minuto, l'impasto sarà abbastanza elastico.
Anche se può sembrare strano come procedimento per la pizza (fidatevi!), stendere l'impasto con il mattarello molto sottile e tagliare un disco con una tortiera.
Disporre il disco su un foglio di carta forno e con l'avanzo procedere a creare un cornicione cilindrico di circa 1cm di diametro, come si fa per la crostata. 
Spennellare con acqua il bordo del disco di pasta e adagiare il cornicione.
Far lievitare in un posto caldo (vi consiglio il terrazzo di casa o il giardino, sul mio balcone la temperatura sfiorava i 40°!) per circa 1 ora e mezza/due ore, coperto da un canovaccio.  
Preriscaldare il forno statico a 200°.
Spennellare la base della pizza con olio EVO, che NON avremo precedentemente messo nell'impasto.
Infornare la pizza senza condimento per 10 minuti.
Aggiungere sale e olio EVO alla passata di pomodoro. 
Sfornare la pizza e ricoprire con la passata di pomodoro, tonno, olive, capperi e scaglie di asiago DOP.
Infornare per altri 10 minuti.
Sfornare nuovamente e guarnire con qualche foglia di basilico fresco.
 
 
  
  
 

domenica 19 luglio 2015

Involtini di nonna Amanda

Involtini di cavolo verza con noci, pinoli e uva passa





INGREDIENTI (per 10 involtini):
 
Un cavolo verza
150g di pangrattato (per me senza glutine!) 
20 noci
40g di pinoli
50g di uva passa
2 scalogni
420g di passata di pomodoro
100g parmigiano reggiano grattugiato
2 uova
olio EVO
sale
 
PROCEDIMENTO:
 
Togliere con delicatezza le prime dieci foglie di cavolo verza e scottarle per 3-4 minuti in acqua bollente e salata, farle raffreddare.
Tagliare il resto della verza a listarelle e lessarla per 15 minuti (per comodità ho usato la stessa acqua delle foglie).
 
Tritare uno scalogno e metterlo in una padella con due cucchiai di olio e la verza lessata a listarelle, far rosolare per qualche minuto.
Spegnere il fuoco e aggiungere il pangrattato, 210g di passata di pomodoro, le noci, i pinoli, l'uva passa e il sale.
Quando il ripieno si sarà raffreddato, aggiungere il parmigiano e le uova, la consistenza deve essere morbida.
Mettere il ripieno nelle foglie di verza e ripiegare i bordi verso il basso.
 
Tritare uno scalogno e metterlo in una padella con due cucchiai di olio, disporre gli involtini nella padella e coprire il tutto con i restanti 210g di passata di pomodoro.
Far cuocere a fuoco lento con il coperchio per mezz'ora da un lato, poi girare gli involtini e farli cuocere per un'altra mezz'ora.
 
Servire soli o con riso pilaf, il giorno dopo saranno ancora più gustosi!